Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Magistrale in Teorie della Comunicazione

Presentazione del corso

 

OBBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo generale del Corso

Obiettivo del Corso è quello di offrire conoscenze e competenze capaci di restituire negli allievi un know how teorico e professionale  specializzato in tutte quelle problematiche e quelle dinamiche della Comunicazione che – soprattutto oggi – ne fanno un terreno strategicamente decisivo della nostra vita economica, sociale e politica.

La solidità dell’iter di studi e il suo profilo apertamente pluridisciplinare (dalla sociologia dei processi culturali alla linguistica, dai saperi filosofici a quelli pedagogico-formativi) mirano a formare esperti dei processi comunicativi in grado  di guardare oltre le mode più effimere e di essere pronti ai cambiamenti di strategia del mercato. Anche per questo motivo il Corso di Laurea è particolarmente attento all’intreccio virtuoso tra comunicazione formativa e formazione alla comunicazione. Le competenze da acquisire nell’ideazione, progettazione e realizzazione di modelli  di integrazione tra sapere formativo e istanza comunicativa sono, pertanto, considerate strumenti imprescindibili per chiunque aspiri a ad essere professionalmente attivo nell’ambito della comunicazione.

Obiettivi specifici (conoscenze)

Mediante un’opportuna interazione tra il quadro dei Corsi disciplinari e i Laboratori aperti alla sperimentazione tecnologico-multimediale, il Corso di laurea si propone più specificamente di far conseguire ad allieve e allievi competenze relative a:

- la conoscenza dell’ampio spettro delle teorie sociali della comunicazione;

- la padronanza dei testi e delle grammatiche tecnologico-multimediali e linguistico-comunicazionali;

- la conoscenza delle componenti infrastrutturali e operative delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione;

- la conoscenza delle metodologie idonee alla progettazione e alla gestione di sistemi comunicazionali;

- l’ideazione, la progettazione, lo sviluppo e la relativa direzione di progetti e prodotti editoriali con particolare attenzione alle dinamiche sociali di fruizione;

- la progettazione di studi e di attività di ricerca sulle architetture di rete e il loro sviluppo sociale, culturale e tecnologico;

- la progettazione di percorsi di formazione, con particolare attenzione all’educazione a distanza;

- la progettazione scientifica di modelli di comunicazione utili alla realizzazione di prototipi comunicativi a diversi livelli e per diversi ambiti;

- l’ideazione, la progettazione e la gestione di processi formativi, specie in ambito comunicazionale;

Risultati di apprendimento attesi (competenze)

Considerato lo stretto e complementare rapporto tra profilo teorico e sperimentazione che caratterizza il Corso, le competenze da maturare nel biennio sono del tutto conseguenziali al tessuto delle conoscenze. In particolare esse riguardano:

- Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding):

Il Corso di Laurea offre conoscenze di base circa i modelli teorici e applicativi della comunicazione e capacità di analisi e di comprensione delle strategie comunicative e della comunicazione multimediale, mirando a specificare competenze di base maturate durante le lauree triennali in cui sia stata forte la presenza di interessi attinenti la comunicazione. La possibilità di concordare con i docenti dei percorsi di studio permette agli studenti di valorizzare le proprie competenze ed esperienze e di approfondire aspetti specifici della strategia comunicativa in base a propri obiettivi personalizzati.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding):

I laureati, attraverso esperienze pratiche, hanno la possibilità di applicare gli insegnamenti di teorie e tecniche della comunicazione a contesti pratici in diversi ambiti comunicativi: comunicazione pubblica e privata, comunicazione organizzativa, comunicazione istituzionale, marketing, pubblicità, beni culturali, editoria, ideazione e organizzazione eventi, strategie formative.

- Autonomia di giudizio (judgment and decision making):

Il Corso di Laurea offre quelle conoscenze e quelle capacità necessarie all’analisi del contesto comunicativo sociale, politico ed economico e, quindi, indispensabilie sia all’ideazione e alla progettazione di una strategia comunicativa sia all’attivazione dei processi di decision making e di leadership.

- Abilità comunicative (communication skills)

I laureati sviluppano competenze di comunicazione grazie allo studio delle grammatiche e dei testi propri delle diverse situazioni comunicative, con particolare attenzione alle dinamiche legate alle nuove tecnologie. Particolare attenzione, quindi, al “saper comunicare”, considerando l’attività comunicativa come un’attività che non possa prescindere dallo studio delle teorie e delle tecniche della comunicazione.

- Capacità di apprendimento (learning skills):

Considerando la sempre maggiore importanza dei processi di Long Life Learning, la struttura del corso prepara il laureato sia ad un eventuale ulteriore percorso di studio post-universitario sia ad altre attività di formazione continua. I corsi danno infatti la possibilità di sviluppare, oltre alle competenze comunicative, un metodo di studio e di analisi proprio della ricerca scientifica, fornendo competenze di analisi e di studio multidisciplinari.

 

PROFILI PROFESSIONALI

Secondo la caratterizzazione professionale ISTAT, il Corso di Laurea prepara legislatori, dirigenti e imprenditori, professionisti intellettuali di elevata specializzazione, in particolar modo relativamente alle scienze umane, sociali e gestionali e della formazione. La formazione alla comunicazione, alla comunicazione organizzativa e alle strategie comunicative acquisita nel Corso offre, dunque, competenze per  legislatori, dirigenti e imprenditori delle amministrazioni dello Stato, delle aziende autonome, delle istituzioni scolastiche, delle università, degli enti di ricerca e delle istituzioni sanitarie, nonché per imprenditori, amministratori e direttori di grandi e piccole imprese private.

Più specificatamente il Corso mira a preparare:

2.5 – Specialisti in scienze umane, sociali e gestionali in generale, ed in particolare

2.5.1.1 – Specialisti della gestione e del controllo nella Pubblica Amministrazione

2.5.1.2. – Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private

2.5.1.3. – Specialisti di problemi del personale e dell'organizzazione del lavoro

2.5.4.1- Scrittori ed assimilati

2.5.4.1.3. – Redattori di testi per la pubblicità

2.5.4.1.4. – Redattori di testi tecnici

2.5.4.4.2. – Revisori di testi

2.6 – Specialisti della formazione, della ricerca ed assimilati

Il laureato in Teorie della Comunicazione sarà pertanto in grado di progettare e coordinare progetti editoriali; avrà solide competenze nell'ambito della definizione e della gestione di processi formativi, con particolare attenzione alla Formazione alla Comunicazione. Il laureato potrà quindi spendere le proprie competenze nel mondo della ricerca (pubblica, privata e no profit), nell'economia dell'Informazione e della Comunicazione (dall'editoria alle telecomunicazioni), nelle Aree Comunicazione di enti privati e pubblici (dagli uffici stampa agli uffici comunicazione) e, in genere, in tutte quelle attività dove sia richiesta una competenza avanzata nel campo dell'analisi, ideazione, organizzazione, gestione e realizzazione di prodotti e format innovativi per l'Informazione e la Comunicazione.

 

REQUISITI DI INGRESSO

a) Per l’accesso al Corso di Laurea, lo studente deve aver acquisito nelle lauree triennali competenze di base pertinenti nelle aree d’interesse specifico della comunicazione.

Chi si iscrive al Corso di laurea magistrale in “Teorie della comunicazione” deve possedere una spiccata attitudine a:

- lavorare sulle interconnessioni tra modelli della comunicazione, tecnologie della comunicazione, teorie sociali e pratiche culturali;

- cogliere gli aspetti di complementarità tra la teoria dell’informazione e le teorie sociali della comunicazione;

- partecipare attivamente a processi formativi e comunicativi;

- mettere in relazione piani teorici e piani applicativi;

- coniugare metodologie ingegneristico-informatiche con pratiche socio-culturali.

Inoltre chi si iscrive al Corso di Laurea deve:

- possedere una conoscenza di base in più ambiti disciplinari (specificati al punto d), tra i quali in particolare l’ambito informatico;

- possedere adeguate conoscenze linguistico-comunicazionali;

- possedere esperienze di progettazione acquisite nella pratica di lavoro o nell’esperienza di stage.

b) È istituita una Commissione Didattica, nominata dal Consiglio di Corso di Laurea, che valuta le competenze e le conoscenze pregresse degli studenti attraverso l’analisi dei loro curricula e di eventuali colloqui individuali.

c) La Commissione Didattica accerta il possesso dei requisiti curriculari e di adeguatezza della preparazione ai fini dell’accesso al corso magistrale. La Commissione Didattica orienta gli studenti nei tempi e nelle modalità con le quali colmeranno eventuali carenze, anche attraverso un colloquio individuale.

d) Il possesso dei requisiti per l’ammissione è verificato con l’accertamento dell’acquisizione in una laurea triennale di 40 CFU fra le aree di Sociologia, Glottologia e Linguistica, Letteratura (italiana o straniera), Filosofia, Pedagogia, Informatica e Psicologia. Il conseguimento di tali CFU è un prerequisito per l’iscrizione senza debiti formativi al corso di laurea magistrale. ll totale dei 40 cfu richiesti deve essere ripartito tra almeno 3 dei settori disciplinari indicati. Nel caso in cui tale condizione non sia soddisfatta, allo studente verrà attribuito un debito che verrà stabilito caso per caso dalla Commissione Didattica e che dovrà essere sanato prima dell’ immatricolazione.

 

ARTICOLAZIONE DEL CdL

La durata del Corso di Laurea è di 2 anni. Per conseguire la laurea lo studente deve aver acquisito 120 CFU. La formazione dello studente impegnato a tempo pieno prevede di norma l’acquisizione di 60 CFU per anno. Lo studente che abbia ottenuto 108 CFU ed adempiuto a quanto previsto dalla struttura didattica è ammesso a sostenere la prova finale. Per ciascun insegnamento è prevista una verifica del profitto.
Il Corso di Laurea prevede un percorso multidisciplinare che, dopo aver fornito (nel primo anno di studi) agli iscritti le basi teoriche e applicative delle scienze della comunicazione, conduca (nel secondo anno) all’approfondimento dei principali modelli teorici della comunicazione, in un approccio integrato che mira a garantire competenze approfondite nei settori scientifici necessari per l’analisi e la progettazione dei processi comunicativi e a promuovere attività di ideazione, progettazione e realizzazione di oggetti comunicativi, applicando le tecniche principali di design degli oggetti comunicativi, con particolare attenzione alle grammatiche delle tecnologie comunicative.
I crediti riservati dall’ordinamento didattico del Corso di Laurea alla libera scelta dello studente non sono soggetti a vincoli se non quello di essere coerenti con il percorso formativo dello studente.
I crediti assegnati a ogni disciplina potranno essere 6 o 12.

 

ARTICOLAZIONE INSEGNAMENTI

L’attività didattica si svolge con lezioni frontali, esercitazioni di laboratorio e di campo.
Il Corso di Laurea prevede, inoltre, l’attivazione di modalità di didattica online, destinate in primo luogo agli studenti part-time. L'organizzazione degli insegnamenti è prevalentemente a carattere seminariale e sono previste e incoraggiate forme di partecipazione attiva da parte degli studenti mediante esercitazioni, presentazioni di paper, momenti di discussione.
L’attività di tirocinio (stage), concordata dallo studente con il proprio relatore di Tesi, deve deve essere
coerente con le tematiche affrontate nella prova finale.

 

MODALITÀ DI FREQUENZA

Gli studenti iscritti a tempo pieno sono tenuti alla frequenza del corso: si considerano frequentanti gli studenti che avranno seguito due terzi delle ore di lezione di ciascun corso
In generale, non sono previste propedeuticità.

 

ATTIVITÀ FORMATIVE

L'attività formativa prevede lezioni frontali, attività seminariali, ricerche propedeutiche e laboratori al fine di acquisire conoscenze, competenze e abilità capaci di aprire al mondo del lavoro. Nel profilo disciplinare di ogni insegnamento è privilegiata l'istanza comunicativa: l'apprendimento di competenze deve andare di apri passo con la capacità di comunicarle anche attraverso tecniche e linguaggi specifici.

 

ESAMI DI PROFITTO

Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto scritti e orali.

 

PROVA FINALE DI LAUREA

Fatto salvo quanto previsto dall’articolo 21 del Regolamento didattico d’Ateneo, il Consiglio di Corso di Laurea nomina le Commissioni d’esame per il conseguimento del titolo. La commissione d'esame è formata da almeno cinque componenti.
La prova finale prevede la redazione, sotto la guida di un docente, di un elaborato che abbia carattere di rigorosa indagine e presenti aspetti di originalità, con relativa dissertazione di tesi-progetto (redatta in forma scritta, audiovisiva o multimediale) discussa di fronte alla commissione di docenti del Corso di Laurea e/o di esperti della materia, nominata dal presidente. La fisionomia e l’impegno di lavoro per la prova finale devono essere commisurati al valore in crediti della prova stessa.
La valutazione della prova finale terrà conto anche della carriera complessiva dello studente. Ai fini della valutazione potranno essere aggiunti alla media dei voti degli esami sostenuti massimo 6 punti. Tale massimo incremento potrà verificarsi soltanto in casi di particolare originalità della ricerca, dei risultati in essa conseguiti e della loro adeguata esposizione. In aggiunta a ciò è previsto l’innalzamento di un punto qualora lo studente si laurei quando è ancora in corso, ovvero entro due anni accademici dal momento dell’iscrizione al Corso di Laurea.

 

ACCESSO A STUDI SUCCESSIVI

Master di II livello, Scuole di specializzazione e Dottorato di ricerca.


 
ultimo aggiornamento: 30-Giu-2017
UniFI Scuola di Studi Umanistici e della Formazione Home Page

Inizio pagina